Mobilità - Città Metropolitana di Cagliari

Aggregatore Risorse

Mobilità - Area tematica - Introduzione

Mobilità, trasporto pubblico e privato

Con la legge regionale n. 2/2016, istitutiva della Città metropolitana di Cagliari, sono state attribuite all'ente nuove funzioni fondamentali. Tra queste la mobilità è una funzione che assume particolare rilievo, poichè tra le attività principali degli enti di area vi è quella di organizzazione di un sistema efficiente ed integrato di trasporto pubblico collettivo metropolitano capace di favorire la diffusione di tutte le forme di mobilità sostenibile.
In questi primi mesi di attività la Città metropolitana ha messo in campo azioni e progetti per migliorare la mobilità in tutta l'area metropolitana.

- Piano Urbano di Mobilità Sostenibile (PUMS). E' uno strumento di pianificazione strategica che, in un orizzonte temporale di medio-lungo periodo (10 anni), sviluppa una visione di sistema della mobilità urbana dell'intero territorio della Città metropolitana di Cagliari, proponendo il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica attraverso la definizione di azioni orientate a migliorare l’efficacia e l’efficienza del sistema della mobilità e la sua integrazione con l’assetto e gli sviluppi urbanistici e territoriali.
Il PUMS è nettamente differenziato dal PUT (Piano Urbano del Traffico), ma è con esso interagente. Il PUMS è un piano strategico di medio-lungo termine, con il quale si affrontano problemi di mobilità la cui soluzione richiede «investimenti» e quindi risorse finanziarie e tempi tecnici di realizzazione, oltre che la realizzazione di politiche urbane/metropolitane complesse e intersettoriali. Gli obiettivi vengono perseguiti «non a risorse infrastrutturali inalterate». Il PUT, invece, essendo un piano di breve periodo, assume «risorse infrastrutturali inalterate» ed organizza al meglio l’esistente; esso è, quindi, sostanzialmente un piano di gestione. In tale ottica è evidente che dall’analisi delle criticità irrisolvibili con il PUT possano individuarsi le opere previste dal PUMS e che il PUT, una volta realizzate le opere del PUMS, dovrà essere rivisto poiché risulta mutato l’insieme delle infrastrutture disponibili.
Il PUMS della Città metropolitana di Cagliari è stato finanziato con risorse del Patto per lo sviluppo della Città metropolitana di Cagliari e con decreto del Sindaco metropolitano n. 181 del 22 dicembre 2017 sono state definite le linee di indirizzo e le le Linee guida e l’articolazione delle attività necessarie per l'attuazione dell'intervento “Elaborazione del Piano Strategico Metropolitano". Con lo stesso decreto sindacale è stato definito il quadro economico da destinare alla gara per l'affidamento dell'incarico di predisposizione del PUMS. Attualmente il Servizio Mobilità della Città metropolitana è impegnato nella redazione del Capitolato speciale d'appalto e dei documenti di gara.

- ITS (Intelligent Transport Systems). Il 22 gennaio 2018 è stato stipulato l'Accordo di programma tra la Città metropolitana, i 17 comuni e il CTM SpA per sviluppare e costruire un sistema di gestione di governo della mobilità cittadina, trasmissione dati, comunicazione e radio-comunicazione (comunicazione pubblica, sicurezza e trasporto) ed estendere il sistema radio digitale Tetra. La Città metropolitana di Cagliari sta concludendo le procedure per sottoscrivere l'aumento di capitale della società consortile ITS Area vasta.
Attraverso questo importante Accordo le parti hanno individuato la Società Consortile ITS Area Vasta, alla quale già partecipano 7 comuni su 17, quale soggetto esecutore delle opere e gestione dei servizi finanziati dal Patto per lo Sviluppo per Cagliari con uno specifico finanziamento di 9.011.730,00 euro.
ITS Area vasta consentirà di estendere ai nuovi comuni che entrano per la prima volta nella società consortile e agli altri che già usufruiscono di questa innovativa tecnologia dei seguenti interventi:

  • Estensione della rete digitale TETRA attraverso:

a) la realizzazione di nuove Stazioni Radio Base in grado di estendere il segnale radio TETRA nelle zone della Città Metropolitana di Cagliari attualmente non servite;
b) l'estensione delle potenzialità di comunicazione delle attuali Stazioni Radio Base e del nodo di gestione centrale;
c) l'allestimento di centri di controllo radio nei locali dei Comuni beneficiari, attraverso cui il personale comunale può gestire direttamente le comunicazioni e i terminali di propria pertinenza;
d) la distribuzione di nuove radio portatili e veicolari nei confronti dei corpi di polizia municipale e protezione civile dei Comuni della Città Metropolitana di Cagliari attualmente sprovvisti.

  • Estensione della rete in Fibra Ottica attraverso:

a) la realizzazione di una nuova dorsale di fibra ottica necessaria al collegamento tra i centri comunali e il nodo principale del sistema ubicato presso la sala controllo della mobilità di Cagliari;
b) la realizzazione in ogni Comune delle diramazioni secondarie di fibra ottica per collegamento delle periferiche e delle sedi comunali.

  • Estensione del Sistema Città/Area Vasta attraverso:

a) l'installazione di periferiche adibite alla gestione e coordinamento della mobilità quali telecamere di videosorveglianza traffico, pannelli per la messaggistica variabile, sezioni di rilevazione dei flussi veicolari, impianti semaforici centralizzati;
b) l'integrazione delle telecamere installate nel sistema di videosorveglianza in uso alle forze di polizia con finalità di pubblica sicurezza;
c) l'allestimento di centri di controllo della mobilità nei locali di ognuno dei dieci nuovi Comuni beneficiari, attraverso cui il personale comunale potrà gestire direttamente le periferiche e gli apparati di propria pertinenza.

- Mobilità elettrica. Il 9 febbraio 2018 è stato stipulato un Accordo di programma tra la Città metropolitana e la Regione Sardegna per la realizzazione di infrastrutture pubbliche di ricarica per veicoli elettrici accessibili al pubblico atte a garantire uno sviluppo unitario della mobilità elettrica regionale e supportare le Amministrazioni Pubbliche a dotarsi di veicoli elettrici.
Con uno stanziamento di 15 milioni di euro (Fondi FSC 2014-2020 inseriti nel Patto per la Sardegna) e un Piano d’azione che prevede inizialmente la realizzazione di 650 stazioni di ricarica per auto elettriche, l’isola si pone all’avanguardia in Italia e crea le condizioni per una svolta ‘verde’.
L'Accordo prevede delle azioni specifiche in capo alla Città metropolitana in particolar modo nell'ambito delle attività di coordinamento con i 17 comuni.
Nella città Metropolitana di Cagliari verranno installate 299 colonnine:

  1. Fast Charging Potenza superiore ai 22 kW 12 colonnine.

  2. Quick Charging Potenza tra i 7e 22 kW 147colonnine.

  3. Slow Charging Potenza inferiore a 7 kW 140 colonnine.

  4. Il progetto prevede la sostituzione di veicoli a combustione, in favore di auto elettriche fino ad un massimo di 60 da destinare alle singole Pubbliche Amministrazioni. Devono essere rottamate auto euro 0, euro 1, euro 2, euro 3.

- Settimana europea della Mobilità Sostenibile.

La Settimana Europea della Mobilità Sostenibile promossa dalla Commissione Europea, con l’adesione del Ministero dell’Ambiente, è diventata negli anni un appuntamento internazionale di riferimento nell’attività finalizzata a incoraggiare i cittadini all’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani.
Dal 2017, la Città Metropolitana di Cagliari incentiva, coordina e promuove le iniziative della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile nell’isola, contribuendo all’azione di sensibilizzazione con un programma c ricco di piccoli e grandi eventi territoriali, il riferimento a forme di mobilità condivisa è finalizzato a stimolare le città aderenti alla Settimana Europea della Mobilità ad adottare iniziative che possano valorizzare forme di trasporto innovative e collettive, che abbiano un impatto ambientale ridotto rispetto a quelle abitualmente adottate e attraverso le quali è possibile ridurre i costi abitualmente sostenuti per gli spostamenti in ambito urbano. Incentivare la mobilità condivisa, e quindi soprattutto car e bike sharing, inoltre, ha un forte impatto sul territorio e sulla gestione degli spazi urbani.
L’ultima edizione ha previsto numerose iniziative da parte dei 17 comuni della Città Metropolitana, quindi Assemini, Capoterra, Elmas, Monserrato, Quartu Sant'Elena, Quartucciu, Selargius, Sestu, Decimomannu, Maracalagonis, Pula, Sarroch, Settimo San Pietro, Sinnai, Villa San Pietro, Uta in collaborazione con CTM, IED, Parco di Molentargius, Autorità Portuale di Cagliari Playcar e le associazioni:Guida Sicura, Acat il Germoglio, Amici della Bicicletta Cagliari, Ciclofucina, FIAB Cagliari, Città Ciclabile, Legambiente e Ciclisti urbani.

Promozione della mobilità sostenibile e realizzazione rete itinerari ciclabili: istituzione Cabina di Regia metropolitana
Regolamenti trasporti
Ordine del giorno sul trasporto pubblico locale metropolitano
Patto per lo Sviluppo della Città Metropolitana di Cagliari – Piano strategico della Città Metropolitana: approvazione Linee di indirizzo

Aggregatore Risorse

Titolo Data Pubblicazione Data Aggiornamento
Accordo di programma